Turismo sostenibile in Sud Sardegna

Turismo sostenibile in Sud Sardegna

Il turismo sostenibile è una tematica sempre più diffusa in Sardegna. In particolare, la Commissione Europea ha assegnato al sud dell’isola il riconoscimento come destinazione ideale per il turismo e l’ambiente in Europa.

Quale modo migliore di onorare questo premio, se non andando a visitare le più belle spiagge sostenibili

Una Sardegna sostenibile

Il mare limpido e cristallino della Sardegna le ha permesso di ottenere il premio come prima destinazione per il turismo sostenibile in Europa. Grazie alla collaborazione tra alcune delle più belle località del sud dell’isola si è potuto raggiungere questo ambito riconoscimento. Tra queste località troviamo Cagliari, Domus de Maria, Muravera, Pula e Villasimius.

Il progetto presentato a Bruxelles dalle aree del sud della Sardegna, ha ricevuto la valutazione migliore rispetto alle altre 200 località che hanno partecipato al Sistema Europeo Etis. Il compito richiedeva di proporre un piano che tenesse conto di attività in funzione della sostenibilità, nel rispetto degli standard internazionali per la preservazione dell’ambiente e dell’identità del luogo.

La Sardegna è riuscita a proporre dunque un modello di sostenibilità concreto e in grado di favorire lo sviluppo economico sostenibile a vantaggio delle generazioni future, ottenendo la promozione a pieni voti!

Turismo sostenibile: le località

Le località maggiormente premiate sono quelle attorno all’area di Cagliari. In particolare stiamo parlando della zona compresa tra Chia e Costa Rei. Si tratta di angoli di paradiso meno rinomati rispetto ad altre zone e per certi versi anche più belli.

Se hai già visitato almeno una volta una di queste località ti sarai accorto di come qui la natura è la padrona di casa. Forse è stato anche questo ad aver ispirato l’intero progetto: la presenza di condizioni ambientali già così perfette, che ben si prestavano ad un progetto di sostenibilità.

La natura incontaminata, il mare cristallino, la sabbia bianca, i siti archeologici presenti spesso anche a ridosso delle spiagge, la vegetazione dell’entroterra che giunge fino alla costa, sono piccoli elementi che insieme donano fascino all’intera isola.

Per rispettare l’idea di turismo sostenibile sono poche, se non assenti, le strutture presenti in prossimità delle spiagge. Per lo più si tratta di chioschi e piccole strutture che vengono smontate o messe in sicurezza durante la stagione invernale.

In alcune spiagge potrai trovare stabilimenti dei campeggi o delle strutture ricettive presenti nella zona, anche se per la maggior parte dei casi le coste sono prive di ogni genere di costruzione. Proprio per questo, non sarà difficile per te trovare una spiaggia libera e poco frequentata, una caletta lontana e riservata, uno spazio dove goderti il meritato relax completamente immerso nella natura.

Il modo migliore per trascorrere la tua vacanza nel rispetto delle regole del turismo sostenibile è organizzare la vacanza in campeggio. Il contatto con la natura, il rispetto per l’ambiente che ti circonda, ti daranno modo di scoprire cosa significa amare la vita avventurosa. A ciò aggiungi il verde, l’aria pulita, il profumo di mare… non vorrai più tornare a casa!

Cosa aspetti allora? Il nostro campeggio si trova a Pula e vicino alla spiaggia di Chia, una delle località a cui si deve il riconoscimento europeo. Prenota subito online e vieni a goderti il nostro bellissimo mare!

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *