Consigli pratici per visitare il nuraghe di Barumini

Consigli pratici per visitare il nuraghe di Barumini

Resistere al fascino della storia sarda è davvero impossibile. E se stai organizzando una vacanza in Sardegna sicuramente ti sarai già imbattuto in uno dei suoi simboli più importanti: il nuraghe “Su Nuraxi” di Barumini.

La sua rara bellezza e la vicinanza con altri siti di interesse storico e paesaggistico, lo rendono uno dei monumenti più visitati dai turisti. Inoltre non è poi così lontano dal mare e raggiungerlo è piuttosto semplice. 

Il nuraghe di Barumini, il simbolo della Sardegna

Il nuraghe di Barumini è uno degli esempi meglio conservati del periodo nuragico. La maggior parte dei nuraghi in Sardegna sono andati distrutti nel corso dei secoli, e pensare che all’epoca erano ben ottomila, almeno secondo i dati ufficiali!

Oggi quelli completamente visitabili sono davvero pochi e tra questi “Su Nuraxi” di Barumini, è sicuramente quello più grande e complesso.

Questo particolare esempio di nuraghe risale al 1478 a.C. Anche se nel corso del corso del tempo la struttura ha subito numerose modifiche fino a raggiungere la forma attualmente visibile.

In epoca antica era in grado di incutere timore ai nemici desiderosi di invadere il territorio, oltre ad essere pressoché inespugnabile. Per poterlo superare infatti, era necessario raggiungere una piccola entrata situata a circa sette metri da terra. Il colosso era così imponente da spaventare anche i più temerari.

Nel 1997 è stato nominato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, grazie al suo potere rievocativo di una civiltà così lontana ma che ha forgiato lo spirito sardo. Venire in Sardegna e non dedicare almeno una giornata alla visita di questo sito archeologico sarebbe un vero peccato. In fondo il fascino dell’isola è anche un po’ merito suo.

Come visitare “Su Nuraxi” di Barumini

Come ti abbiamo già anticipato, il nuraghe è uno degli esempi meglio conservati e completamente visitabile. La parte più antica è caratterizzata dalla torre centrale, di forma tronco-conica, che in origine era alta ben 19 metri. Questa era costituita da tre Tholos, le tipiche camere nuragiche con un foro centrale nel tetto.

Tutto attorno al nuraghe si sviluppa un villaggio ancora oggi visibile. Composto da sentieri, case a corte, pozzi, cisterne e capanne per le riunioni, lungo un percorso che racconta nei dettagli la routine di 3500 anni fa.

Il nuraghe si trova ai piedi dell’altopiano della Giara di Gesturi, sito di interesse paesaggistico che ti consigliamo di andare a vedere durante la tua vacanza.

Per raggiungere questa particolare area della Sardegna puoi scegliere tra diverse soluzioni. Il modo più semplice è con l’uso di una macchina propria, magari scegliendo di trascorrere la vacanza raggiungendo l’isola in nave e portando con te l’auto o la moto. In alternativa, puoi sempre affidarti alle escursioni organizzate che ti permettono di scoprire gli angoli più nascosti della Sardegna. Tra una gita in barca a vela e un tour in bicicletta, puoi trovare lo spazio anche per una bella escursione nell’entroterra sardo.

Il nostro campeggio ti permette di partecipare ad escursioni organizzate lungo tutto il territorio, incluso il nuraghe di Barumini. Siamo la scelta migliore se non vuoi farti mancare nulla durante la vacanza: dal mare cristallino ai misteri che la storia sarda ti può offrire. Verifica la disponibilità nella nostra struttura per le date della tua vacanza. Siamo a tua completa disposizione!

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *