Visitare la baia e il sito archeologico di Nora in Sardegna

Visitare la baia e sito archeologico di Nora

Sardegna è lasciarsi andare ad un bagno rilassante nel mare cristallino, avventurarsi in percorsi naturali incontaminati e ammirare panorami spettacolari che si disperdono a vista d’occhio. Ma non solo: Sardegna è anche storia e archeologia. Se ami addentrarti tra le rovine delle antiche città del mondo allora ti consigliamo di visitare la più antica della Sardegna, Nora!

Segui i nostri consigli e scopri un luogo ricco di storia e magia. 

Sito archeologico di Nora in Sardegna: ecco come visitarlo

L’Antica Città di Nora è una delle perle archeologiche della Sardegna, si trova a pochi chilometri dal nostro campeggio, nel Capo di Pula. Si tratta di uno dei primi avamposti realizzati dagli antichi Fenici, fondata nel VIII sec. a. C. si sviluppa ulteriormente durante il periodo punico per diventare una ricca città durante l’Impero dei romani. Insomma, in questa zona si sono alternati diversi popoli, ognuno ha lasciato testimonianze preziosissime sopra e sotto il livello del mare: infatti una parte delle rovine di Nora si trova sott’acqua e gli appassionati di snorkeling possono immergersi per ammirarne le antiche rovine subacquee.

Ma come si può visitare questo magico museo a cielo aperto? Arrivare è facile: Nora dista 36 Km da Cagliari, il capoluogo della Sardegna usando la SS 195 verso Pula e seguendo il percorso indicato da Google Maps.

Durante il viaggio puoi ammirare il paesaggio offerto dalla costa sud-occidentale della Sardegna che si affaccia su caratteristici e lunghi arenili, fino ad arrivare a Capo di Pula dove in lontananza è possibile vedere le Rovine del sito archeologico affacciato sulla Baia di Nora.

Cosa vedere nel sito archeologico di Nora in Sardegna

All’ingresso dell’antica città di Nora puoi ammirare la piazza del Foro con la sua preziosa pavimentazione in andesite, sulla destra trovi il tempo e più avanti il monumento più importante: l’unico esempio di Teatro Romano nell’isola, costruito intorno al I secolo. Questo spazio era anticamente destinato a spettacoli e assemblee, oggi ospita un importante evento culturale, La Notte dei Poeti, una rassegna di teatro e poesia che annualmente ospita importanti celebrità internazionali.

Accanto a questo monumento è possibile ammirare anche le antiche terme risalenti al periodo romano, dove è possibile visitare ancora le diverse stanze. Passeggiando per il sito puoi conoscere il Tempio di Tanit, dedicato alla dea della fertilità dove ancora oggi si trova una piramide in pietra recante simbolo di Tanit (un triangolo con una linea e un cerchio disegnati sull’angolo superiore).

Per osservare i reperti archeologici trovati in questa zona puoi proseguire la visita presso il Museo Civico Archeologico di Pula dove sono conservati diversi ritrovamenti, come la lamina in oro con la testa di Gorgonie rinvenuta proprio a Nora.

Ma Nora rivela altre sorprese a chi la visita, dalla magica Laguna di Nora, un luogo incantevole dove scoprire immensi paesaggi oltre al centro ittico, da visitare anche insieme ai bambini per scoprire le specie faunistiche della zona.

Nora regala splendide esperienze ai viaggiatori: dalla baia al sito archeologico. Che cosa aspetti a prenotare la tua vacanza?

3 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.