Spiaggia di Nora: tra mare, relax e archeologia

Sardegna spiaggia di Nora

C’è un piccolo angolo in Sardegna del Sud dove è possibile conciliare la passione per il mare, la natura e l’archeologia. Oggi ti parliamo della Spiaggia di Nora, uno dei litoranei principali della zona, selvaggia e immersa nella natura, ma vicina ai principali servizi.

Sei pronto a raggiungerla e scoprire le sue caratteristiche? Buona lettura!

Spiaggia di Nora: ecco cosa sapere

Questo frammento di costa si trova nella zona sud occidentale dell’isola: la spiaggia è caratterizzata da una sabbia chiara e granulosa, circondata da scogli e natura. Nei pressi della spiaggia, a pochi metri di distanza, si può visitare il sito archeologico di Nora, la più antica città della Sardegna oggi aperta a tutti i visitatori che intendono scoprire la storia antica dell’Isola.

Questa spiaggia si trova all’interno della famosa Baia di Nora, delimitata da una affascinante scogliera e il promontorio dove spicca la Torre di Coltellazzo. La presenza delle alte rocce gli permette di essere sempre riparata dal maestrale, e quindi rappresenta la meta perfetta per le famiglie con bambini che desiderano trascorrere qualche ora di relax: infatti in riva il fondale e basso e l’acqua è limpida. Ma il litorale è molto amato anche da chi pratica snorkeling, sub e pesca subacquea perchè le rocce presenti nei dintorni ospitano tanti piccoli e simpatici animali dell’oceano.

La spiaggia, inoltre, ha degli accessi per i diversamente abili, ma anche un ampio parcheggio e diversi punti ristoro. A pochi kilometri di distanza è possibile raggiungere il centro abitato di Pula, ricca di ristorantini, negozi di artigianato e altri piccoli angoli da visitare.

Spiaggia di Nora: il valore storico

Questa spiaggia è la meta perfetta anche per chi ama scoprire le tradizioni e la storia del luogo: oltre al sito archeologico di Nora, la città fenicio-punica fondata intorno al IX – VIII sec. a.C., è possibile ammirare e visitare anche la chiesetta di Sant’Efisio.

Questo luogo sacro, secondo la tradizione, fu il martirio del santo omonimo. Se si desidera conoscere ancora meglio la storia di questa chiesetta, consigliamo di visitarla durante la Sagra di Sant’Efisio che avviene i primi giorni di Maggio.

Insomma, questa spiaggia regala tante soddisfazioni e accontenta un po’ tutti. Sei curioso di visitarla? Il nostro campeggio si trova a pochi chilometri di distanza: scopri subito come raggiungerci!

 

 

 

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *