Trekking ed escursioni nel sud della Sardegna

Trekking ed escursioni nel sud Sardegna

La vacanza in Sardegna non è solo mare, ma anche divertimento, avventura e trekking. Quest’isola può rivelare tantissime sorprese agli amanti dei percorsi outdoor: è ricca di sentieri, montagne, panorami mozzafiato e luoghi incontaminati tutti da esplorare.

Allora, indossa gli scarponi e l’attrezzatura adatta e partiamo alla scoperta dei luoghi perfetti per trekking ed escursioni nel sud della Sardegna!

Escursioni e trekking nel sud Sardegna: i nostri consigli di viaggio

Dopo averti parlato delle bellezze di Pula, cittadina che ospita il nostro campeggio oggi vogliamo presentarti alcune attrattive per gli amanti delle avventure all’aria aperta. Sono percorsi che interessano tre importanti regioni del sud Sardegna: il Campidano, il Sulcis-Iglesiente e il Sarrabus. Non preoccuparti se questi nomi ti sembrano impronunciabili, con il tempo riuscirai a scoprire tutte le zone dell’isola e conoscerne i limiti geografici.

Partiamo con una bella escursione alla Sella del Diavolo, l’altipiano simbolo della città di Cagliari, il capoluogo della Sardegna. Questo colle si trova a due passi dalla città e proprio sulla spiaggia del Poetto, l’arenile cittadino caratterizzato da una lunga distesa di sabbia e un mare trasparente. Esistono diversi percorsi di trekking alla Sella del Diavolo, perciò è possibile scegliere tra percorsi facili e più impervi riuscendo in ogni caso ad ammirare la macchia mediterranea che caratterizza gli itinerari e i numerosi reperti archeologici seminati lungo il percorso, come le cisterne puniche e un’antica torre spagnola del XVI secolo, oltre a un fortino della Seconda Guerra Mondiale. Una volta arrivati in cima ammira il paesaggio spettacolare che abbraccia il Golfo degli Angeli e si disperde fino alla città.

Spostiamoci ora verso il nostro territorio, quello di Pula, quindi verso il Sulcis-Iglesiente (la zona sud-occidentale della Sardegna) e parliamo di un percorso molto vicino al nostro camping: la strada romana che collegava l’antica Bithia a Nora, città fenicio-puniche romane erette dal VII secolo a.C. Il sentiero che percorre Santa Margherita di Pula si affaccia sulla costa sulcitana e permette di ammirare un panorama a picco sul mare, abbracciato dalla macchia mediterranea incontaminata.

La terza escursione che ti proponiamo è quella che ti permetterà di conoscere uno dei territori più belli e popolari del sud Sardegna: il Parco dei Sette Fratelli, un’oasi naturalistica che occupa in parte il Campidano e il Sarrabus (Sardegna sud-orientale). Il parco dista da Pula circa 90 Km. I percorsi da effettuare sono tantissimi e di varia difficoltà, perciò si possono affrontare sia da sportivi, sia da giovani e famiglie con bambini. In diversi punti ombreggiati è possibile fermarsi per mangiare e godersi la tranquillità della natura. La vegetazione è quella più colorata e profumata della macchia mediterranea: lentischio, ginepro, diolivastri, corbezzoli, lecceta e tanti altri. Insieme formano un mix di colori e odori che inebriano e rallegrano durante l’escursione. Oltre alle specie vegetali è possibile ammirare, con un po’ di fortuna, il cervo sardo protetto dall’Ente forestale, l’aquila, la lepre, il cinghiale e la volte. Quindi non dimenticare di portare dei binocoli.

Queste tre escursioni ti permetteranno di esplorare le bellissime zone naturalistiche del territorio interno o costiero: buon divertimento!

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.