Sito archeologico di Tharros: come arrivare e cosa fare

Tharros cosa fare

La Sardegna è la tua prossima meta di viaggio? Se sei un appassionato di mare e archeologia abbiamo un consiglio per te: visita il bellissimo sito archeologico di Tharros, una piccola perla affacciata sul mare, che ti permetterà di scoprire l’antica storia dell’Isola.

Sito archeologico di Tharros in Sardegna: cosa fare e come arrivare

Le rovine dell’antica città di Tharros, insieme al Complesso Nuragico di Barumini e a Nora, rappresentano le principali mete archeologiche della Sardegna. Ma questa terra è ricca di reperti e testimonianze della sua storia millenaria, disseminate ovunque!

La città di Tharros si trova in provincia di Oristano: arrivare è facile. Infatti, è collegato ai maggiori aeroporti e porti della Sardegna. Per raggiungerlo si percorre la SS 131 da tutte le direzioni.

Le sue origini risalgono al tempo degli antichi Fenici, che la fondarono nel VIII sec. a.C. almeno così sostengono le fonti più accreditate, anche se non si hanno certezze assolute circa la sua fondazione. Al contrario, si conosce bene il periodo dell’abbandono, che si aggira intorno al 1070 a. C. quando, a causa di attacchi da mare provocati dai pirati, gli abitanti del villaggio si spostarono verso la zona interna e fondarono la città di Oristano.

Ma quali sono le cose da fare a Tharros? Sicuramente si possono ammirare gli antichi resti della città, che venne abitata prima dai fenicit, poi dai punici ed infine dai romani e che, ancora oggi conserva le tracce dei tre diversi periodi. Grazie ai reperti sopravvissuti fino ai nostri giorni si può immaginare la vita quotidiana dei suoi abitanti. Tra le maggiori attrazioni troviamo il Tofet, un santuario costruito dai romani e dedicato ai sacrifici umani. Inoltre, si può ancora ammirare l’anfiteatro, usato per le antiche rappresentazioni teatrali, per riunioni importanti e altri incontri sociali.

Il Castellum Acquaes è uno dei monumenti più importanti: si tratta di una sorta di acquedotto costruito dai romani per portare l’acqua all’interno del villaggio. E ciò ci fa capire quale fosse l’ingegno della popolazione: in questa città c’erano tanti servizi, mancava solo la wi-fi! 😉

Noi ci immaginiamo Tharros come una ridente cittadina, ricca di vita, a dimostrarlo sono i resti delle capanne e locali in pietra usati come delle botteghe. Insomma, è veramente un luogo magico da visitare e si trova vicino alle più belle spiagge del sud Sardegna!

Ora non ti resta che prenotare la tua prossima vacanza: noi ti aspettiamo nel nostro campeggio, che si trova in posizione strategica e consente di raggiungere i principali punti di interesse della costa settentrionale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *